News

Ti trovi in: Home  »  Prodotti Tipici Salerno  »  Mela Annurca  »  San Mango Piemonte - Città della Mela Annurca
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

San Mango Piemonte - Città della Mela Annurca


SAN MANGO PIEMONTE - Città della mela annurca

La città della Mela Annurca è una delle "Città d'Identità" inserite nella rete RES TIPICA, un progetto di marketing territoriale per la tutela e la valorizzazione dei prodotti tipici locali, intesi come beni culturali, e promosso dal Dipartimento Attività Produttive dell'A.N.C.I. - Associazione Nazionale Comuni Italiani. Nel quadro nazionale, la Campania è la regione che, oggi, raggiunge i livelli di produzione più alta, circa il 90%. Ma il rapporto con il nobile frutto ha origini antiche. Le raffigurazioni rinvenute negli scavi di Ercolano nei dipinti della Casa dei Cervi, domus sopravvissuta all'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., testimoniano un legame antico con la terra campana. Plinio il Vecchio, nel "Naturalis Historia", ne attribuisce la nascita all'agro puteolano e, poiché Pozzuoli veniva considerata dallo scrittore sede della porta degli inferi, il frutto venne chiamato "Mala Orcula" (con riferimento alla sede dell'orco). Nel ¬'500, Giovan Battista della Porta, studioso di filosofia e di magia naturale, nel descrivere le mele che si producevano a Pozzuoli utilizzò la definizione di "forcole". Nel corso dei secoli, poi, il nome fu trasformato da varie inflessioni dialettali fino ad assumere, nell'ottocento, la forma attuale di "Annurca", come compare nel Manuale di Arboricoltura di G.A. Pasquale. Oggi la Mela Annurca ha ottenuto dalla Comunità Europea il riconoscimento del marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). I comuni che aderiscono alla "Città della Mela Annurca" sono impegnati in un ampio progetto di intervento e di sensibilizzazione rivolto alle comunità che accolgono le coltivazioni di questo frutto. L'Associazione si propone di lavorare per la ricomposizione di un solido tessuto agricolo che sia in grado di incrementare e valorizzare la presenza della preziosa mela valorizzando, al tempo stesso, l'identità ed il patrimonio culturale dei territori che la producono.


Testo tratto da "Itineraria Picta" - Percorsi e Itinerari tra storia e natura
della Comunità Montana "Zona Monti Picentini"