News

Ti trovi in: Home  »  Provincia  »  Valle dell'Irno  »  BRACIGLIANO
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

BRACIGLIANO


BRACIGLIANO

Le origini di Bracigliano risalgono a tempi assai remoti. Vari reperti archeologici, dovuti all'opera di sbancamento per la costruzione di edifici o a quella di sterro causale e sporadica, testimoniano che la conca fu abitata più o meno stabilmente, e in ogni caso conosciuta e attraversata, vari secoli prima dell'era volgare. I reperti archeologici, dei quali abbiamo avuto conoscenza diretta o indiretta, avrebbero rappresentato un punto di grande rilevanza per la determinazione delle origini del paese, qualora un'irresponsabile incuria non li avesse sottratti alla Sovrintendenza alle antichità di Salerno. Elementi decisivi per una presenza attiva, commerciale e civile di Fenici e Pelasgi, di Etruschi e Sanniti possono essere forniti dal materiale archeologico del Museo di Napoli, che non può essere retrodatato oltre il VII sec. a.C. A documentare la vita politica e civile, l'economia, il commercio, la floridezza delle contrade sarnesi e vesuviane, non restano che le pesanti elencazioni di battaglie e di guerre che le hanno avute come teatro. Dalla prima guerra sannitica (343-341 a.C.) con le battaglie del Monte Gauro e di Suessola, per andare alla grande guerra latina (340-338 a.C.) con le famose battaglie del Vesuvio e di Trifano. Seguono, la seconda guerra sannitica (326-304 a.C.) e la terza guerra sannitica (298-290 a.C.) che diede luogo al saccheggio del Sannio. Le stesse guerre puniche che ebbero per teatro l'Italia meridionale e soprattutto la vicina Nocera, non potevano non coinvolgere la sorte di queste contrade. E' assai verosimile che Bracigliano abbia subito i contraccolpi della vita civile e militare che si svolgeva nella Valle del Sarno. Ma la località come tale è avvolta nel più fitto mistero. Il velo del silenzio sarà sollevato solo molti secoli più tardi, quando la Valle del Sarno e in generale la gens italica avrà attraversato tutta la terribile esperienza delle invasioni barbariche e dei primi tempi altomedievali. Non si hanno notizie circa l'anno della fondazione del castello di Bracigliano. Vassalluzzo lo annovera tra i 15 castelli che intorno al Mille da Castellammare di Stabia a Serino formavano una cortina di ferro per la difesa della zona: Pimonte, Lettere, Gragnano, Castellammare di Stabia, Angri, Sarno, Nocera, S. Maria a Castello, Castel San Giorgio, Bracigliano, Forino, S. Severino, Montoro, Solofra, Serino.
Probabilmente il castello fu fondato su di un antico caposaldo romano, simile a quelli che Roma eresse qua e là dopo la conquista della Campania e del Sannio, per consolidarvi il dominio.