News

Ti trovi in: Home  »  Provincia  »  Sieti paese albergo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Sieti paese albergo


Con la valorizzazione del borgo medioevale di Sieti e dei suoi casali, l'antico comune di Giffoni Sei Casali, 8 km da Salerno, posto tra la costiera Amalfitana ed il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, ha avviato un grande programma di sviluppo turistico basato sulla riqualificazione urbana, sul recupero del patrimonio immobiliare e sulle sue buone capacità ricettive, ossia teso a valorizzare la tradizione dell'ospitalità. La comunità è impegnata in prima persona a realizzare un sistema di accoglienza e di permanenza rivolto al viaggiatore del terzo millennio, che punta su piacevoli soggiorni in alloggi turistici ricavati in immobili rurali, palazzi nobiliari e conventuali, arredati con stile, fondendo l'antico con i più moderni comfort. Da qualche anno, grazie all'impegno del sindaco Rosario D'Acunto, Giffoni Sei Casali con Sieti paese albergo è entrato nel progetto Villages d'Europe, la rete internazionale che promuove un'ospitalità d'eccellenza in luoghi singolari. Così il piccolo borgo e i diversi casali, con le strette viuzze di pietra dove si affacciano gli antichi palazzi nobiliari, puntano da un lato all'accoglienza di eccellenza nelle dimore storiche con la rete Villages d'Europe e dall'altro, all'accoglienza diffusa in B&B, con gli immobili rurali dei centri storici e di campagna. Oggi il B&B conta 80 posti letto. La forza del progetto Sieti paese albergo è l'iniziativa privata che consente di integrare, con il B&B il reddito dei residenti, quasi esclusivamente di provenienza agricola e che ha realizzato importanti interventi di recupero e valorizzazione delle dimore storiche, come ad esempio, il rinascimentale Palazzo Pennasilico famoso per soggiorni esclusivi nelle suites delle alcove. Visitare Sieti e Giffoni sei Casali, significa calarsi in un territorio-borgo, in uno spazio dove il tempo cadenza le immagini, un punto magico del Mediterraneo dove i flussi di antiche culture acquistano il respiro europeo. Uno spazio per l'ospitalità con moderni comfort e soprattutto una vasta scelta di opportunità per trascorrere il tempo libero.

La foto di Sieti è di Alfredo Schirru

Da vedere a Sieti e dintorni

Il borgo medievale di Sieti (IX-XIV sec.) ricco di dimore storiche e palazzi nobiliari.

Palazzo Pennasilico, Palazzo Fortunato, Palazzo Nobile, Palazzo de Pastina, Castello medievale De Robertis.

Basilica di Santa Maria del Paradiso a Sieti, annessa all'ex convento dei Servi di Maria (detto anche ospedale Abate Conforti), fondato tra il 1422 ed il 1430, ricca di affreschi del XIV secolo.
Nel convento studiò il poeta Jacopo Sannazzaro.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Sieti

Chiesa del S.S. Salvatore di Sieti, arricchita di pregevoli tele.
Nel 1883 Giustino Fortunato, regalò alla parrocchia la pala d'altare del maestro Francesco Pennasilico, copia della trasfigurazione di Raffaello.

Chiesa di San Martino Vescovo a Capitignano

Chiesa di San Nicola di Bari a Prepezzano, fondata dopo il 1100, presenta nella volta affreschi settecenteschi.

Convento di San Francesco da Paola a Prepezzano

Convento di Sant'Antonio a Prepezzano

Torre dei Viscido (Prepezzano), apparteneva ai Viscido signori di Calabritto, costruita 800 anni fa.

La Grotta dell'Angelo a Prepezzano, suddivisa in una parte sacra e una parte profana, che presenta all'interno di quest'ultima, una cappella e una scultura su pietra raffigurante la Madonna con il bambino.

www.sietipaesealbergo.it

www.cittadellanocciola.it

www.comune.giffoniseicasali.sa.it


Gastronomia

La gastronomia e' fatta di piatti semplici e genuini, tramandati dall'antica tradizione co

Prodotti

Visita la pagina Prodotti

L'agricoltura e' legata alla coltivazione della castagna, dell'olivo e della nocciola. Que

Alcune ricette

Visita la pagina Alcune ricette

Le ricette di seguito elencate, provengono dall'opuscolo "Casali e Sapori" realizzato dal

Osservatorio sul Nocciolo

A GIFFONI L'OSSERVATORIO SUL NOCCIOLOIl Sindaco Russomando esprime grande soddisfazioneLa