Fagiolo della regina di Gorga – Presidio Slow Food

Pubblicato da claudio il

Il nome Fagiolo della Regina Gorga, deriva da Gorga, frazione del comune di Stio, nel Cilento, dichiarato da giugno 2020 Presidio Slow Food. La leggenda vuole che la regina di Napoli, Maria Carolina d’Asburgo, ne andasse ghiotta. Ecotipo locale a diffusione estremamente limitata, di forma ovoidale 10 mm x 8 mm, di colore bianco e privo di screziature.

Un’alta concentrazione di zucchero nei semi delle piantine, accentuata dalle caratteristiche ambientali, riesce a rendere lento il processo di trasformazione in amido conferendo ai fagioli un tipico sapore dolciastro ed una più elevata digeribilità.

Non richiedono lunghe cotture: vanno gustati in zuppe e minestre o come contorno. Le caratteristiche principali che differenziano i fagioli di Gorga sono la tenerezza del prodotto, la rapidità di cottura, la particolare sapidità.

Generalmente la coltura segue un erbaio autunno-primaverile, la semina viene effettuata a mano (cu’chiantatur) nel mese di maggio, inizio giugno, principalmente nella settimana di S. Antonio, previa lavorazione del terreno.

Una prima raccolta del Fagiolo della Regina Gorga viene effettuata quando i baccelli sono ancora verdi per il consumo fresco (“fasul scucchiulariedd”). Mentre la sgranatura avviene dopo la completa essiccazione dei baccelli sulla pianta e per 2-3 giorni su teloni, al sole. Quindi avviene la battitura con bastoni di legno e la successiva esposizione alla ventilazione naturale per allontanare i residui di baccelli. Viene quindi effettuata una cernita manuale con il “cernicchio”. I semi vengono essiccati all’aria; la conservazione avviene in sacchetti di tela, in luoghi freschi e ventilati. I materiali e le attrezzature utilizzati per la coltivazione sono molto semplici e rudimentali tipicamente presenti nell’agro-tecnica locale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi