Velia

Pubblicato da giancarlo il

Velia è posta tra Marina di Casalvelino e Marina di Ascea.
La zona archeologica di Velia si riferisce alla città della Magna Grecia fondata nel 540 a.C. dai Greci di Focèa con il nome di Yele, divenuto poi Elea, della quale parla Platone ricordandone la scuola filosofica Eleatica che ebbe la massima espressione in Zenone e soprattutto in Parmenide. Il peso culturale di Elea fu grande nell’economia della cultura occidentale e non a caso Roma, che sapeva conquistare bellicamente, ma anche farsi conquistare culturalmente, consentì agli Eleati di mantenere l’uso della lingua greca. Il più noto e rappresentativo monumento, è la magnifica Porta Rosa. Si può notare il tracciato iniziale della Via delle Saline, diretta verso le Puglie ed utilizzata per il commercio del sale.  A Velia soggiornò tra i tanti illustri personaggi, Cicerone che dopo uno scontro avuto precedentemente nell’isolotto di Nisida a Napoli, si confrontò drammaticamente con Bruto, uno dei protagonisti della congiura contro Giulio Cesare.

IL PARADOSSO DI ELEA
Zenone, allievo del filosofo Parmenide di Elea, è famoso per il pardosso di Achille : se avrà dato un vantaggio alla tartaruga, Achille non la raggiungerà mai, perchè quando giungerà al punto di partenza della tartaruga, questa sarà a un punto più avanzato e così via.

Scavi di Velia
Tel. 0974.971409

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi