Zafferano di Gaiano

Pubblicato da giancarlo il

Vicino Fisciano esiste un prodotto tipico particolare, una varietà di zafferano che prende il nome dalla località dove viene coltivato: si tratta dello Zafferano di Gaiano. Gaiano prende il nome da una famiglia nobile romana che vi risiedeva, la gens Gaia, è una frazione del comune di Fisciano con circa mille abitanti e si trova sopra la parte più alta del territorio comunale. Sulle questa collina, crescono le piante dello Zafferano di Gaiano. I fiori di questa pianta, come quelli dello zafferano comune, hanno i petali viola, ma queste sembrano quasi di colore glicine e all’interno del fiore sono presenti stami di colore giallo. A produrre lo Zafferano di Gaiano da diversi anni, è l’azienda agricola biologica Pedrosi. L’azienda di oltre 4 ettari, si estende in località Gaiano di Fisciano, in un’area incontaminata tra i monti Picentini e la valle dell’Irno a circa 500 mt s.l.m.

PROCESSO PRODUTTIVO DELLO ZAFFERANO
I bulbi di Crocus Sativus vengono piantati alle fine del mese di agosto e la pianta fiorisce in un tempo relativamente breve, in quanto già intorno alla metà di ottobre i fiori possono essere raccolti. la raccolta è giornaliera, con durata di 15/20 giorni, così come le altre parti del processo di lavorazione del prodotto, effettuati rigorosamente a mano. Dopo la raccolta dei fiori, avviene la sfioritura, separazione degli stessi dai pistilli, i quali vengono successivamente fatti essiccare. Diverse sono le modalità con cui questo processo può avere luogo: dalla più classica e naturale esposizione solare, al posizionamento in forno o bracieri. Una volta pronti, i pistilli vengono messi in contenitori di vetro.
Ci vogliono 500 ore di lavoro per raccogliere 150.000 fiori e produrre 1 kg di zafferano. Da circa 20 fiori si ricavano 60 pistilli, che una volta essiccati e lavorati, servono per preparare una bustina di zafferano. Coltivazione, raccolta e lavorazione, sono interamente manuali.

I BENEFICI DELLO ZAFFERANO
Le diverse proprietà di questa spezia potrebbero portare a definirla un elisir di lunga vita. Allo zafferano, che può essere utilizzato per insaporire i cibi, limitando l’aggiunta di sale, pericoloso per la salute, sono stati associati numerosi benefici:
– Favorisce le funzioni digestive, aumentando la secrezione della bile e dei succhi gastrici.
– Riduce la pressione sanguigna e ha proprietà disintossicanti.
– Abbassa la quantità di colesterolo e di trigliceridi che vengono assorbiti durante la digestione.
– E’ un antidepressivo naturale che agisce sulla parte del sistema nervoso responsabile dell’umore.
– Stimola le ghiandole surrenali a produrre ormoni come l’adrenalina e il cortisolo. Per questo è considerato un alleato della sessualità.
– Contrasta l’invecchiamento e stimola il metabolismo. E’ anche un antiossidante e stimolante per le difese immunitarie.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi